Quando Ti Rendi Conto Che Non Puoi Più Pagare Un Debito

pensieri-di-preoccupazione

Fase Uno: I primi momenti in cui ti rendi conto che non puoi più pagare un debito, un mutuo, un finanziamento

Eccoci ad entrare nel dettaglio delle 6 fasi del pignoramento.

La fase precedente, imbastiva il discorso e presentava alcune caratteristiche che accomunano i debitori quando passano attraverso il pignoramento. Se non l’hai letta, clicca qui.

Adesso voglio cominciare proprio dalla fase primordiale quando ti rendi conto che non riesci più a pagare un mutuo o un finanziamento.

Com’è cominciato il tutto?
Sicuramente non eri in un periodo di forte difficoltà e fino a quel momento le cose andavano a meraviglia e l’umore era sempre alto.

Però poi un bel giorno, anzi, un brutto giorno, qualcosa è cambiato improvvisamente.

Un fatto imprevisto ha deciso per la tua vita e ti sei ritrovato col sedere per terra e tutto il mondo sembra esserti crollato addosso.

Solitamente questo accade quando:

  • Viene a mancare il lavoro e uno stipendio in casa non è più abbastanza
  • Forse ci sono state delle spese impreviste
  • Spese straordinarie di condominio e che magari tu non volevi
  • Un imprevisto di salute
  • Un piccolo incidente con la macchina

E per una di queste situazioni, tutto è cambiato.

Quella cosa che prima era un sogno, piano piano si sta trasformando in un incubo.

So anche che hai fatto di tutto per rimanere regolare con i pagamenti.

Per un bel periodo di tempo probabilmente ti sei privato di tante cose pur di pagare quel bollettino o quella rata, ma alla fine non ce l’hai fatta. Molte volte l’hai pagata in ritardo e dopo tante pressioni.

Hai dovuto scegliere tra mangiare o pagare.

So anche che il mese prima di prendere la decisione di smettere di pagare, hai cercato di metterti in contatto con il creditore ( il direttore di banca, con l’amministratore di condominio, il recupero crediti) offrendo di:

  • Interrompere di pagare le rate del mutuo per sei mesi o un anno, per poi riprendere di pagare con maggiore serenità e sicurezza
  • Ridurre le rate in modo da poter garantire il pagamento
  • Allungare la rateizzazione
  • Chiedere uno sconto del debito

Ma niente di tutto questo ti è stato concesso.

Ti rivolgi ad amici, parenti ma nessuno può aiutarti perché il periodo non è dei migliori per nessuno.

Da una parte ti senti anche confortato, perché non ti senti il solo ad avere questi problemi. Dall’altra devi però fare i conti con la TUA realtà.

Quindi inizia un momento in cui i pensieri si fanno avanti e sempre più l’ansia di non poter pagare un debito, non ti lascia tranquillità.

Pensieri sempre più assillanti che si affacciano nella tua mente proprio come un’ombra in agguato.
Sguardi pesanti da sopportare e domande alle quali è difficile dare una risposta:
Cosa succede se continuo a non pagare il mutuo o il debito con il condominio?
Cosa succede alla mia casa, alla mia famiglia?
Dove andremo a vivere!

Quando ti vedi tutte le porte chiuse in faccia, interrompere il pagamento è anche stata una decisione successiva a tutti quei rifiuti, una sorta di vendetta, rivalsa, riscatto, chiamala come vuoi.

check“Bene, se non mi date l’opportunità di pagare, non pago più nessuno”

Purtroppo però il coltello dalla parte del manico ce l’ha quello che deve prendere i soldi da te.

E stai certo che farà di tutti per riaverli.
Si spingerà fino al punto di rovinanrti l’esistenza con telefonate minacciose, insistenti e ti sbatterà fuori casa con tutta la tua famiglia.

Non ci credi? Continua a leggere…

Qui inizia la Fase Due

Compila il modulo qui sotto per poter essere richiamato.

*Inserisci il Tuo Nome e la tua email, accetta le condizioni di Privacy e clicca sul bottone "Invia"


Privacy *

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *