Quando il Nuovo Proprietario Ti Bussa alla Porta

Lasciare la casa venduta all asta

Fase Sei: Come comportarsi quando chi ti ha comprato la casa pignorata all’asta ti si presenta alla porta e ti chiede di uscire

Eccoci alla fase conclusiva di questo ciclo di articoli inerenti a: Le 6 Fasi del pignoramento

Se ti sei perso gli altri articoli che guidano il lettore verso tutto il processo del pignoramento in maniera semplice e comprensiva, ti consiglio di partire dall’inizio.

Purtroppo oggi parliamo del momento peggiore che la famiglia deve affrontare, quando vive ancora nella casa pignorata ormai venduta all’asta.

Il momento in cui il nuovo proprietario viene a bussare la porta per mettersi d’accordo per quando uscire di casa.

Apro una parentesi.

  • Dov’è l’avvocato che ti aveva assicurato che grazie a quella lettera al suo amico direttore di banca, non avrebbero continuato con la procedura esecutiva
  • Dov’è l’avvocato generalista che ha letto due cose qua e la e ha fatto l’opposizione che: vedrai che così sistemiamo tutto: pugno alla bocca, colpo di tosse, fa 500 euro;
  • Dov’è l’amico del bar che ti ha consigliato di stare sereno che tanto con bimbi piccoli nessuno ti può sbattere fuori casa
  • Dov’è il tuttologo che ha letto su internet che la nuova riforma tutela la prima casa e che è un’ingiustizia ecc ecc.

Dove sono tutte queste persone? Sparite!

E se le interpelli ti danno le loro motivazioni mugugnando le cose più insensate. Bada ben che sono opinioni personali, non fatti.

La cosa triste è che se hai dato ascolto a queste persone, il tuo destino è segnato.

Non dico di affidarti al Sistema “Basta Debito ma almeno di imparare a filtrare le informazioni senza dare per scontato nulla.

Adesso però, chi ha un problema serio, SEI TU, non loro.

  • Sei tu quello che deve affrontare drasticamente le conseguenze di questa situazione e credimi che non c’è nulla che puoi fare, se non metterti d’accordo per lasciare la casa prima che intervengano con la forza pubblica.

Essere letteralmente sbattuti  fuori casa con l’intervento della forza pubblica è una cosa crudele e imbarazzante.

Urla e schiamazzi con tutti i vicini che si affacciano per capire cosa sta succedendo e nessuno può fare niente per te, perché quella è la legge.

Totale impotenza difronte a questo problema.

Solitamente all’aggiudicazione di un’asta, l’investitore che si è comprato casa tua, viene immediatamente a trovarti per sondare la situazione.

Cerca di capire chi si trova davanti per cercare un accordo per liberare la casa velocemente.
D’altronde per lui è un capitale fermo che deve produrre un profitto velocemente e tu sei un problema.

Per cui si presenta e bussa alla porta di casa tua per conoscerti.

A questo punto puoi avere tre reazioni:

  • La prima è quella di rabbia e scaraventarti contro di lui
  • La seconda è quella di totale indifferenza e non aprire la porta
  • La terza è quella di metterti d’accordo, in modo pacato, per quando uscire

 

Ti anticipo che le prime due reazioni sono completamente da dimenticare perché scatenano reazioni ed eventi rovinosi.

La cosa più sicura e intelligente da fare è quello di mettersi d’accordo per il tempo a disposizione per organizzare un trasloco in una sistemazione adeguata alle tue esigenze.

Ma anche questo deve essere fatto in tempo più o meno rapidi, diciamo in due mesi e non di più.

RabbiaLo so come ti senti, lo sento tutti i giorni dalla bocca dei clienti.

Sei arrabbiato/a come un pugile sul ring che ne ha prese tante perché è stato obbligato a combattere un incontro con le mani legate. Tanta rabbia e voglia di riscatto per poter combattere ad armi pari ma non gli viene data la possibilità

ma devi rimanere calmo e lucido senza fare cambi di direzione inaspettati.

Non opporre resistenza perché ci perdi solo tu perché dal momento in cui arriva il decreto di trasferimento della proprietà, TU sei in una casa senza alcun diritto e rischi anche la violazione di domicilio.

Non credi che sei una persona così sprovveduta e che non vuoi far passare ai tuoi figli tutto questo pesante disagio, per cui ti consiglio di dare un’occhiata al mio Sistema Collaudato “Basta Debito per renderti conto cosa può fare per te.

Contattaci subito prima che sia davvero troppo tardi.

Compila il modulo qui sotto per poter essere richiamato.

*Inserisci il Tuo Nome e la tua email, accetta le condizioni di Privacy e clicca sul bottone "Invia"


Privacy *

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *