Non sapevo di essere pignorato. Non ho ricevuto documenti

Casa Pignorata e non lo sapevo

Non ho mai ricevuto i documenti della procedura del pignoramento e sono caduto dal pero quando mi hanno detto che ho la casa pignorata: Ti svelo 6 motivazioni su cosa può essere successo

Se stai leggendo questo articolo è perché stai avendo problemi con la documentazione del pignoramento della casa.

Ti dico, se può consolare, che non sei il primo che mi dice che non ha ricevuto documenti inerenti al pignoramento della casa.

Capisco anche la sconvolgente sorpresa di ritrovarsi con la casa pignorata. E’ una cosa che fa quasi mancare la terra sotto i piedi e ti senti svenire.

Quello che per te era il raggiungimento di un sogno dove farsi una famiglia e far crescere dei figli, diventa un incubo. Il tutto senza avere in mano uno straccio di documento che sarebbe potuto eventualmente servire a capire:

  • Perché sei stato pignorato
  • Quanto ammonta il debito
  • Chi sono i creditori
  • Quanti sono i creditori
  • Eventuali proposte per evitare il pignoramento
  • Se ci sono persone coinvolte, garanti o fideiussori
  • Quante proprietà ti hanno pignorato

E di conseguenza muoversi per cercare di mettere in piedi un processo risolutivo.

  • Opporsi al debito qualora non fosse chiaro
  • Chiedere rateizzazioni
  • Trovare un accordo con i creditori
  • Ricondizionare il debito
  • Vendere casa
  • Prendere tempo

Insomma, non cadere dalle nuvole e ritrovarsi la casa pignorata senza saper né il come e né il perché!

Donna sconcertataTi dico questo perché proprio in questi giorni a una cliente, è arrivata la notizia, tramite un vicino, che il suo appartamento è stato pignorato.

Prova ad immaginare la sua faccia quando ha saputo, da un estraneo, quello che stava succedendo.

redSi è sentita morire dall’imbarazzo della situazione.

Da qual momento li la sua vita è diventata un inferno.

Praticamente, il marito, aveva dei debiti con la banca con cui lavorava insieme al suo socio.

Quando le cose hanno cominciato ad andare male, parecchio male, il marito ha fatto sparire le chiavi della posta della moglie, rimanendo lui l’unico con le chiavi della cassetta.

In questo modo era l’unico in grado di gestire la corrispondenza.

Per più di un anno ha ritirato le lettere che arrivavano, facendo pervenire alla moglie solo quello che voleva e gettando nel cassonetto tutto il resto che non doveva venire alla luce.

Gettare nel cassonetto documenti del genere significa decidere di mettere la testa sotto la sabbia.

So cosa pensi: ma la moglie non poteva farsi una copia delle chiavi?

Con il senno di poi… quando ti fidi di una persona, non dai troppa importanza a queste cose.

Ma perché tenere la moglie allo scuro di tutto?

Paura di dire la veritaPerché non ti ho detto un particolare importante.

La casa è intestata solo alla moglie che ha dato la sua garanzia alla banca per i prestiti d’azienda del marito.

Puoi immaginare anche il timore del marito nel dover dire alla moglie cosa stava succedendo.

Molte volte avrebbe voluto raccontare la verità ma le molte paure che venivano alla mente, frenavano il suo intento.

redPaura di essere lasciato e cacciato di casa

redPaura di non poter recuperare la situazione

redPaura di perdere la faccia con la moglie e la figlia di soli 5 anni

redPaura di rompere il rapporto con i suoceri, a cui voleva tanto bene

Da una parte lo capisco, c’è molto in ballo ma se vuoi evitare di perdere l’amore della tua famiglia, queste sono cose che non puoi nascondere.

Infatti, una volta che la moglie ha saputo tutto, cosa pensi sia successo?

Tutte le sue paure si sono concretizzate.

redE’ stato cacciato di casa e la moglie ha chiesto la separazione.

redI suoceri sono arrabbiati con lui

redLa figlia è piccola ma sa che il papà ha fatto una cosa brutta e non lo sente da due mesi

Quindi è inutile nascondere la situazione perché è molto meglio parlarne per salvare la propria reputazione con i propri cari.

Proprio per evitarti strane sorprese, ho fatto raccolta di tutte le esperienze fino ad ora raccolte dai clienti e proporti le 6 motivazioni sul perché potresti non aver ricevuto la documentazione del pignoramento.

redTi han fatto sparire i documenti

redTi hanno lasciato l’avviso, tipo scontrino, che non riconosci e finisce nel cestino con la pubblicità

redNon sei residente

redHanno sbagliato buca

redNon hai il nome sulla buca

redNon vai a ritirare delle raccomandate

Vediamole nel dettaglio.

1. Ti han fatto sparire i documenti

Come detto sopra, probabilmente sei caduto vittima di un brutto scherzo.

Non è la prima volta che sento che qualche famigliare fa sparire la documentazione per le paure che ti ho detto sopra.

Quindi cerca di capire se è così e di convincere a farli venire fuori.

A volte anche i vicini possono fare brutti scherzi, forzando la cassetta postale e buttando la corrispondenza. Anche li, occhi aperti.

2. Ti hanno lasciato l’avviso, tipo scontrino, che non riconosci e finisce nel cestino con la pubblicità

A volte è un attimo buttare cartoncini che si mischiano tra i volantini pubblicitari.

Ti consiglio di scartabellare bene il tutto prima di cestinare.

3. Non sei residente in quella casa

Se hai cambiato indirizzo e non lo hai comunicato alla banca, potrebbe essere che lo riceva nessuno o qualcun altro che non si prende la briga di consegnartelo.

4. Hanno sbagliato buca delle lettere

Può capitare che un postino distratto sbagli a mettere l’avviso.

5. Non hai il nome sulla buca delle lettere

Non sapendo a chi consegnarlo, il postino lo riporta indietro e lascia un avviso di mancata consegna appoggiato da qualche parte sopra alle cassette.

6. Non vai a ritirare delle raccomandate

Può essere che alla vista di una cartolina verde non ti viene la voglia di andare in posta a ritirare a corrispondenza per paura che siano delle multe o altro.

In tutti i casi, se la documentazione è stata distrutta o buttaai, vai in tribunale e chiedi copia del fascicolo. Se c’è già.

greenQuindi, evita di mettere la testa nella sabbia come gli struzzi ma cerca di risolvere.

greenParti da qui!

Compila il modulo qui sotto per poter essere richiamato.

*Inserisci il Tuo Nome e la tua email, accetta le condizioni di Privacy e clicca sul bottone "Invia"


Privacy *

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *