La bufala del “Nessuno mi può sbattere fuori casa perché…”

Casa venduta all asta e sfratto

Le false verità svelate sul pignoramento della prima casa. La bufala del “Nessuno mi può sbattere fuori casa perché…”

Mi sono preso la briga di cercare in internet alcuni casi in cui le persone sono state buttate fuori casa dopo che la loro casa è stata venduta all’asta.

Persone con una vita e una famiglia come me e te e che completamente incolpevoli perché vittime di problemi finanziari che li hanno portati verso il pignoramento.

Lo so che in internet c’è altro più interessante da leggere ma questo lavoro ti porta anche ad andare a scovare in giro delle testimonianze reali di persone che avevano delle credenze e delle aspettative diverse da quello che poi alla fine è davvero successo.

Aspettative date anche da persone che non avevano esperienza nell’argomento o non erano specializzate e si sono permesse di dare la loro “opinione” senza conoscere il fatto.

Le cause sono sempre le solite:

  • l’amico del bar
  • il collega al lavoro
  • l’avvocato generalista
  • notizie buttate a caso su internet
  • ecc

Capisco la tua confusione perché diventa difficile capire come stanno realmente le cose e trovare le risposte giuste e ti sarai accorto che questo blog è uno dei posti fidati dove trovare le cose dette in modo semplice e senza distorsioni.

So che non è facile e non si può dare la colpa a qualcuno che cerca delle informazioni specifiche al suo caso e trova risposte sbagliate, non precise o peggio… opinioni personali.

Non condanno queste persone, ci mancherebbe, ma me la prendo con chi scrive o dice fesserie o nasconde la verità in cambio di un profitto immediato che poggia solo sulla speranza.

Come ti ho detto più volte, il guadagno dovrebbe essere SOLO alla fine e se si risolve la situazione. NON prima.

Detto questo mi occupo di fare chiarezza laddove la disinformazione mediatica ne fa da padrona fornendo appunto informazioni sbagliate alle persone.

redCon questo articolo, oggi ti voglio presentare 2 casistiche in cui le persone hanno subito un pignoramento della casa e hanno dovuto lasciare l’immobile, alcuni con forza, dopo che la casa è stata venduta all’asta. Gente che era convinta che niente e nessuno poteva portargli via la casa perché avevano avuto promesse dal sindaco, dall’assessore, o altri.

E non biasimo nemmeno queste persone che si mettono a disposizione della gente normale, ma al di là di alcune parole di conforto o una pacca sulla spalla, non possono offrire altro.

Inutile sottolineare il dolore che provo per queste persone, anche anziani e ammalati, per il dover lasciare la casa senza soldi e senza dove andare.

Non è insolito sentire storie di famiglie che sono andate a dormire in macchina o vengono ospitate da amici, solo per qualche notte, per poi arrangiarsi e trovare sistemazioni in altri posti.

Come nell’esempio di questa madre con due figli che ha dovuto abbandonare l’abitazione dopo l’asta.

1. Non so dove andare, mi rivolgo al comune

Questa famiglia composta da madre e due figli è stata costretta ad abbandonare l’immobile dopo la vendita all’asta.

Purtroppo per loro non sono riusciti a pagare il mutuo e dopo che la procedura esecutiva ha portato alla [S]vendita della casa, sono dovuti uscire.

Si sono rivolti al comune per cercare aiuto e ottenere una sistemazione, anche provvisoria, ma hanno trovato le porte chiuse perché al momento non ci sono case popolari disponibili. Fortunatamente un amico li ha ospitati per tre giorni in una sia locazione.

In più la donna ha un problema di salute e sta aspettando il documento di invalidità.

Puoi leggere l’articolo completo a questo link.

2. Non possono sfrattarmi ho un anziano e un malato in casa

La storia in questione è davvero toccante perché racconta di un padre di famiglia che sta cercando di lottare in tutti i modi contro lo sfratto esecutivo, al quale, prima o poi dovrà cedere perché costretto dalle forze dell’ordine che premono costantemente e insistentemente per la liberazione dell’immobile.

Il signore in questione ha avuto un problema con Equitalia che, dopo essersi visto pignorare la casa, se l’è anche vista [S]vendere all’asta.

Chi ha comprato la casa è un investitore immobiliare che ha visto il prezzo basso e ha pensato di fare l’affare.

redIl capofamiglia, ha cercato in tutti i modi di mettersi in contatto con le istituzioni e con il sindaco del paese, ma senza risultati. Infatti dice:

apertaNessuno si muove: stateci vicini. Mi stupisce anche l’immobilità delle istituzioni, il sindaco e l’assessore si sono fatti vivi mesi fa, hanno detto che ci sono, ma io non ho visto nulla quote-closed

Capisci quando ti dico che anche se ti rivolgi alle autorità, anche se ti tranquillizzano, di fatto non possono fare niente perché hanno le mani legate? Il problema è che ti danno false speranze e proprio su quelle speranze costruisci la tue fine.

L’ho scritto diverse volte perché so come funziona. Ne parlo spesso con persone che hanno provato questa strada ma si sono poi scontrate con la cruda realtà dove poi le persone, girano le spalle.

Puoi leggere l’articolo completo a questo link.

Qui trovi com’è finita la storia.

Contattami adesso se sei stato pignorato e vuoi evitarti la rogna dello sfratto forzato e dover uscire di casa senza soldi!

Compila il modulo qui sotto per poter essere richiamato.

*Inserisci il Tuo Nome e la tua email, accetta le condizioni di Privacy e clicca sul bottone "Invia"


Privacy *

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *