Mio genero è avvocato e ho perso la casa all’asta

trappola

Se sei convinto che un “avvocato generalista qualsiasi” sia il Dio sceso in terra per le pratiche di pignoramento non leggere questo articolo dove Lucia (NDF)  ha dato ascolto a suo genero “che fa l’avvocato” e ha perso la casa all’asta

Lasciami dire che non ho nulla contro gli avvocati.
Ci lavoro costantemente e sono professionisti impeccabili.

Mi rivolgo ad un tipo di “professionisti” che pur di far ardere il proprio ego e portare a casa qualche consulenza, mettono nei guai le persone.

Ti riporto una notizia fresca di due giorni fa quando una signora mi chiama in lacrime perché le hanno venduto la casa all’asta.

Appena rispondo al telefono mi rendo conto che ho già sentito quella voce e quando mi dice il nome, mi torna in mente la sua pratica e mi passa tutto il film in testa.

apertaTi riporto le prime parole che mi ha detto in lacrime:
“Aveva ragione lei, perché non l’ho ascoltata, perché…” e riscoppia a piangere.  quote-closed

So cosa si prova. Mi è già capitato altre volte di dover rispondere a persone che hanno dato retta ad altri e poi sono cadute nella trappola delle cose ovvie.

Sono momenti brutti e non sai come gestirli anche perché non hai le possibilità; se non nel dare un po’ di conforto.

Pensi a tutto:

  • a loro
  • ai figli
  • a dove andranno

La signora mi aveva chiamato esattamente 13 mesi fa, nel mese di Settembre 2014 quando la sua casa pignorata, aveva passato la seconda asta andata deserta.

Già al tempo le avevo spiegato che un’appartamento come il suo nella zona prestigiosa di una famosa città, poteva fare molta gola. Immaginati un immobile di 140 metri quadri con 3 camere da letto, un bel salone, un ampia cucina e un terrazzo che si affaccia proprio sul fiume e sei proprio a qualche centinaia di metri da uno dei monumenti più importanti della città.

Questa città attira milioni di turisti ogni anno e poter fare affari con strutture proprie intorno ai monumenti di maggiore attrazione e interesse è davvero interessante.

C’è la fila alla porta per portarti via l’appartamento pignorato.

Chiunque ti salta addosso:

  • Proprietari privati
  • Investitori
  • Chi vuole aprire un Bed & Breakfast

La signora aveva avuto difficoltà con il mutuo che aveva già pagato per molti anni  e le rimanevano solamente pochi anni per chiudere il tutto.

greenLa prima volta che ci siamo sentiti la signora Lucia (NDF) aveva capito quello che stava rischiando e la proposta di poter vendere la casa per saldare il tutto e uscire con una buona liquidità le sembrava interessante.

Avevamo passato appena la seconda asta e avevo pronosticato che alla quarta la casa sarebbe stata venduta. Con una situazione del genere ci sarebbero potuti essere dei rilanci perché l’immobile è davvero succulento. Per cui serviva mettersi in moto subito per iniziare a sbloccare il tutto.

So tutto ioLucia ci fa presente che il genero è un avvocato e che ha in mano lui la situazione.  Primo brivido gelato.

Perfetto, nessun problema. Ci parliamo e ci mettiamo d’accordo per andare avanti insieme.

Invece l’avvocato generalista che sa tutto lui non vuole avere a che fare con noi perché non vuole perdere tempo e le nostre cose sono solo fantascienza. Fa molta ostruzione e dice alla suocera di lasciare perdere perché sono tutte truffe e solo un legale può sbrigare una situazione del genere. Se non ce la fa lui è perché la situazione non è proprio fattibile.

E aggiunge: un immobile pignorato non si può vendere perché è bloccato dalla banca.

Quindi Lucia mi dice che vuole dare ascolto al suo genero anche se le dispiace non perseguire le cose che le ho proposto. ma se suo genero, e in più, un avvocato dicono queste cose, ci deve pur essere qualcosa di vero.

Andiamo oltre!

Lasciami dire che tutto sommato capisco la reazione della signora e di scegliere di dare ascolto al genero.

  • Uno perché è di famiglia
  • Due perché è un avvocato e per Lucia dovrebbe saper le cose

E’ una cosa ovvia…

Proprio come un topino che vede il formaggio appoggiato su un vassoio d’argento. Per lui è cibo disponibile ed è normale avvicinarsi e provare a prendere quel pezzo di formaggio. E’ ovvio, è li che si vede.

Purtroppo io e te sappiamo che il formaggio non è appoggiato su un vassoio d’argento ma è agganciato saldamente ad un piano in acciaio che farà scattare una molla che stroncherà per sempre la vita del povero topino.

Una cosa ovvia si è trasformata in una trappola mortale!

redNel caso del genero di Lucia, ci troviamo difronte ad un tipico caso in cui una persona, che fa anche il professionista, pecca di presunzione e di “so tutto io” e non si prende la briga di ascoltare qualcuno che fa questo lavoro da anni a differenza sua che non ha mai fatto uno stralcio in vita sua.

Quindi, a malincuore, saluto la signora ma so già come andrà a finire.

redA distanza di poco più di un anno, la casa è stata venduta all’asta ad un prezzo ridicolo.

Come previsto, la casa è stata venduta alla quarta asta. Non ho i dettagli della vendita e quante persone hanno partecipato perché non ero presente ma quelli sono solo dettagli.

Con la signora ho provato a chiedere cosa dice suo genero adesso che la casa è stata venduta.

Mi risponde che è indifferente e che se la cosa non l’ha risolta lui allora non era possibile risolvere.
Vuoi che ti dico com’è andata?

redIl genero non aveva minimamente idea di cosa fare e per PAURA di perdere la reputazione e la faccia davanti alla moglie e alla suocera, ha fatto perdere una casa! Follia pura!

Fortunatamente la vendita all’asta basta a chiudere il debito ma rimane ben poco a Lucia. Non solo, prenderà i soldi al riparto che avviene dopo diverso tempo e se sa che si deve presentare. Ma sicuramente il genero glielo avrà sicuramente detto, giusto?

Invece no! Mi è venuto il dubbio e ho dovuto richiamare la signora e prendermi la briga di spiegarglielo perché il genero pensava che tutto finisse li.

Adesso Lucia deve uscire di casa, senza soldi e senza sapere dove andare. I soldi li prenderà poi al riparto ma adesso sono da anticipare per il trasloco e le mensilità.

Quali erano invece le proposte migliorative che avevamo offerto alla signora?

greenQuelle che espongo nel Sistema Collaudato “Basta Debito.

greenTrattativa con i creditori.

greenBloccare la procedura

greenPagare il trasloco e trovarle una sistemazione degna e pari a quella attuale

greenVendere l’immobile e recuperare liquidità

Ti sembra poco?

  • Se i numeri ci sono il pignoramento può diventare un affare e rimetterti dei soldi in tasca e aiutarti con le spese.

Ma parlare con il senno di poi non ha senso.

Tu che strada avresti scelto?

Chiamami adesso che ne parliamo.

Compila il modulo qui sotto per poter essere richiamato.

*Inserisci il Tuo Nome e la tua email, accetta le condizioni di Privacy e clicca sul bottone "Invia"


Privacy *

One comment

  • martucci francesco
    febbraio 22, 2016 - 15:16 | Permalink

    Sono il signor MARTUCCI Francesco.Ho letto l’articolo e penso che,purtroppo,visto i tempi che stiamo attraversando,noi tutti potremmo essere in questa situazione.Percià,ho intenzione di relazionarmi con voi dandovi i miei dati personali.Distinti Saluti
    MARTUCCI Francesco

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *