Impignorabilità Prima Casa

Impignorabilità Prima Casa

Rispondi a queste 7 domande + 1 BONUS per capire se la tua casa può essere pignorata o no

Parliamo di impignorabilità della prima casa e quando può avvenire.

Prima di tutto devi essere cosciente che il pignoramento avviene quando hai un debito con qualcuno e non lo stai pagando.

Quindi questa situazione di debito muove il creditore verso un organo giuridico che decide le sorti del pagamento di debito. Chi deve pagare e con cosa.

FAI ATTENZIONE: Queste 7 domande ti devono far ragionare da solo e raggiungere una conclusione precisa; capire se la tua casa è a rischio pignoramento o meno.

Vuoi scoprire se la TUA prima casa è impignorabile?
Rispondi a queste sette domande e non dimenticarti di leggere la domanda BONUS!

DOMANDA 1: Con chi hai il debito?

Se hai un debito con la banca, finanziaria, condominio o altri creditori, che NON siano Equitalia, la tua casa è pignorabile. Il perché te lo rimando a più sotto…

DOMANDA 2: Anche se è la mia unica e sola casa che ho?

Si perché l’impignorabilità della prima casa vale solo per Equitalia e solo nel caso che ci risiedi anche.
Esclusi immobili di lusso o accatastati come A/8 e A/9 (ville e castelli).

Tutti gli altri soggetti creditori possono pignorarti la casa e vendertela all’asta per recuperare il loro credito.

DOMANDA 3: Io ho una prima casa ma il debito non è mio. Io sono solo garante

Quando poni una firma come garante diventi responsabile del debito in solido, cioè è come se fossi il debitore stesso.

Se non lo paga lui, lo paghi tu.

Quindi… si, ti possono pignorare la prima casa.

DOMANDA 4: Anche il condominio può pignorare la prima casa?

Si. La figura del condominio è molto particolare perché l’amministratore è OBBLIGATO a tutelare terze parti.

Quando hai un debito con il condominio, gli altri condomini sono obbligati ad anticipare la parte che non paghi tu, per poi recuperarla al termine della procedura esecutiva.

E credimi che non sono mai contenti di pagare per gli altri.

DOMANDA 5: Ho il mutuo per la prima casa. Altri creditori possono pignorarmela anche se lo pago regolarmente?

Si perché l’esecuzione forzata è una tutela per chi ha un debito certo.

Il giudice valutato ciò che hai, decide di procedere per aiutare il creditore a recuperare il dovuto.

Chiaro che la banca NON è d’accordo, ma non ha scelta.

Deve poi revocarti il mutuo per renderti insofferente e avendo però ipoteca di primo grado, la farà valere in sede di udienza di riparto per recuperare la sua parte.

DOMANDA 6: Sono proprietario SOLO di una quota della mia prima casa, possono pignorarmela?

Assolutamente si perché hai comunque la proprietà di un qualcosa che può raccimolare denaro.

DOMANDA 7: Ho debiti con Equitalia, allora posso stare tranquillo?

Non c’è mai da stare tranquilli ad avere debiti con Equitalia ma se parliamo della prima e unica casa e con residenza, per il momento, non possono pignorarla.

Se però hai una casa e vivi da un’altra parte, possono pignorartela.
Se hai più immobili, possono pignorarti ANCHE la prima casa.

I debito deve comunque essere superiore ai 120.000 (cento venti mila) euro.

Al di sotto mettono ipoteca.

DOMANDA BONUS: E se fallisco personalmente grazie all’articolo 103, mi salvo la prima casa?

Non sai quello che stai dicendo.

Te lo spiego in parole molto semplici.

Trovi un accordo con i creditori (concordato) che accettano di estinguere i debiti rinunciando ad una percentuale, diciamo 50% (cinquanta percento).

Il programma DEVE essere stato approvato dai creditori rappresentanti almeno il 60% dei crediti (sessanta percento), altrimenti non se ne fa nulla.
Non è possibile per i crediti tributari e previdenziali che vanno pagati integralmente.

Se NON riesci a pagarli con soldi tuoi, si può anche prevedere una procedura fatta apposta per la vendita di TUTTI i tuoi beni entro i quattro anni: col ricavato della vendita dei beni si procede a pagare i creditori. La procedura avviene sotto il controllo del tribunale.

Se tutto il piano è andato come da accordi, ti levi completamente i debiti ma perdi comunque tutto. E sempre e comunque “SE” è andato tutto bene.

Non è meglio provare a togliersi il debito in maniera più decente?

Contattaci che ne parliamo!

Compila il modulo qui sotto per poter essere richiamato.

*Inserisci il Tuo Nome e la tua email, accetta le condizioni di Privacy e clicca sul bottone "Invia"


Privacy *

4 Comments

  • Paolo
    luglio 9, 2015 - 12:49 | Permalink

    Lo Stato , causa condanna al risarcimento di un danno erariale, può pignorare la prima casa quale unica abitazione del debitore oppure può soltanto ipotecarla ?

    Grazie.

    • Cappa & Associati
      luglio 9, 2015 - 12:56 | Permalink

      Buongiorno Paolo,
      se è la sua unica e sola casa dove risiede fisicamente, la prima casa può solo essere ipotecata e non pignorata.

      PS Unica e sola significa l’unica abitazione. Se ha anche una quota di un altro immobile o una seconda casa, oltre i 120 mila euro, pignorano.

      • Paolo
        luglio 9, 2015 - 16:29 | Permalink

        Vi ringrazio per la risposta . Quindi lo Stato (anche se tale) potrebbe disporre dell’appartamento unicamente alla morte del debitore (ammesso che quest’ultimo non riesca a sanare anticipatamente il proprio debito). In parole povere il debitore rimarrebbe comunque usufruttuario dell’appartamento….

        • Cappa & Associati
          luglio 10, 2015 - 12:53 | Permalink

          Allora…
          se il debito viene estinto, non ha motivo l’esecuzione forzata.

          Non ho capito: “In parole povere il debitore rimarrebbe comunque usufruttuario dell’appartamento…”

          Questo non centra nulla con la parte precedente che hai scritto.

          Al decesso lo Stato interviene. Fino ad allora il debitore si “tiene tutto”.

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *