Ho la casa pignorata per diecimila euro, posso uscirne?

Ecco comWilliam vendere casa pignoratae ho risolto la situazione ad un amico di un nostro collaboratore che stava per perdere la casa per un debito di diecimila euro e buttare all’aria quindici anni di mutuo

Quando si parla di soluzioni nel campo del pignoramento della casa, vengono all’orecchio tante chiacchiere da parte dell’uno o dell’altro, si leggono tanti siti internet che promettono questo e quello che poi, se tu potessi andare a parlare con chi ha avuto a che fare direttamente con quelle persone/professionisti, ti metteresti le mani nei capelli come ho fatto io.

Se mi conosci, sai che sono rasato, quindi sono dovuto andare a chiedere in prestito la folta chioma della mia ragazza. E non ho paura di metterci la faccia!

Ti anticipo questo perché parlo direttamente con persone che hanno provato a fare altro con tanti altri concorrenti, o simili, ma alla fine, si finisce sempre qui.

distinguersiNon so se ne devo essere contento o no.

Non so se sono l’ultima ruota della carro oppure, alla fine, gira e rigira, di gente seria in giro c’è ne poca.

E non voglio generalizzare il discorso. La fuori ci sono persone capaci, serie e preparate e pronte ad aiutarti ma devi essere abile a distinguerle.

Semplificando il ragionamento a me piace sempre guardare il lato positivo delle cose. Quindi mi posso ritenere l’unica persona che conosci che, tra tutta la marmaglia che c’è in giro, è

  • seriamente interessata alla tua causa, a te come persona e alla tua famiglia
  • ti dice le cose come stanno in modo molto semplice e capibile senza dover andare a chiedere aiuto a dei traduttori
  • non ha paura di perdere un cliente

I cento euro di apertura pratica li lascio volentieri nelle tasche di altri.

Non mi posso permettere di chiedere soldi se so che la situazione non è fattibile. Punto, non fa per me.

greenChiunque ha avuto contatti con me può tranquillamente testimoniare questa cosa.

Chi ti chiede dei soldi per aprire una pratica sta cercando di guadagnarsi uno stipendio senza avere un fine in mente.

Due settimane fa, facevo visita ad un cliente di un amico che ha avuto un problema serio. Gli stanno per pignorare l’appartamento in cui vive con la mamma anziana e malata.

Anche a lui la crisi non lo ha risparmiato. Dopo parecchio tempo di fatiche, ha perso il lavoro e non è più riuscito a pagare il mutuo.

  • Questo ragazzone, che chiamo Sandro (NDF), è rimasto indietro con delle rate del mutuo e rischia davvero di perdere tutto. Casa e tutti gli anni di mutuo pagati.

Durante l’appuntamento sento la grande preoccupazione che Sandro sta passando in questo momento.

Perdere il lavoro a 50 anni non è una cosa che ti fa sentire fiero di te. Ormai la vita ha cambiato direzione e quando vai a chiedere occupazione in giro ti senti solo rispondere:

  • sei vecchio
  • hai troppa esperienza
  • costi troppo
  • preferiamo apprendisti

Capisco perfettamente questo stato d’animo.

Come si può colpevolizzare questo ragazzo che ce la sta mettendo tutta per tirare a campare e aiutare la mamma. Ora stanno sopravvivendo con la sola pensione di 500 euro.

Vivere con quei pochi soldi ti porta a dover prendere la decisione di tagliare le uscite superflue, tra cui il mutuo.

leone-gabbiaIl suo orgoglio è alle stelle perché lotta con la forza del leone per difendere ciò che gli appartiene ma anche il leone, a volte, si deve arrendere contro forze più grandi di lui.

Non nego il dispiacere quando certe persone mi raccontano storie come questa. Penso a loro, alla loro famiglia, a come si sentono dentro.

A volte mi dicono che mi preoccupo troppo per gli altri ma come potrebbe essere il contrario?

Se siamo persone abbiamo delle emozioni.

Per cui con Sandro abbiamo cercato di capire per bene quale fosse la sua situazione e renderci conto se è davvero risolvibile o meno.

redSandro mi confida che la mamma è al corrente della situazione ed è molto spaventata. D’altronde quando fai tanti sacrifici per comprarti la casa per poterti godere la vecchiaia in serenità e cadi in queste difficoltà, pensare di perdere tutto e rimanere per strada e senza un euro, non è bello.

redPerdere tutto e uscire di casa senza sapere dove andare e con nessun padrone di casa che ti apre la porta di casa perché ss che sei stato pignorato.

redLa più grande paura di Sandro è proprio quella di perdere la casa all’asta e perdere tutti gli anni di mutuo pagati con tanta fatica e sacrificio.

Per cui mi sono promesso di aiutare Sandro e la mamma ovviamente se la situazione si può risolvere.

Fatte le verifiche e le giuste domande, Sandro non ha altri debiti a parte il mutuo residuo che non sta pagando.

Sandro e la mamma sono pronti a vendere la casa e chiudere questa storia. Però c’è un problema.

Non hanno i soldi per pagare il mutuo e prima di vendere la casa ci andrà tempo. Tempo che non abbiamo perché tra poco la banca comincerà a muoversi.

greenQuello che farò, d’accordo con Sandro sarà di pagare io il mutuo per lui e di traslocarlo in un altro appartamento e pagare due anni d’affitto per loro in modo da tranquillizzare finalmente la mamma.

greenCon l’appartamento vuoto e con loro al sicuro da un’altra parte, sarà più facile vendere l’appartamento.

greenIn questo modo salverò un’altra famiglia che ritrova una casa nuova e ritorna di soldi che altrimenti avrebbe perso per la [S]vendita della casa all’asta.

greenContattami adesso che ne parliamo ma prima scarica il mio report con il Sistema Collaudato “Basta Debito per cominciare a conoscermi.

Compila il modulo qui sotto per poter essere richiamato.

*Inserisci il Tuo Nome e la tua email, accetta le condizioni di Privacy e clicca sul bottone "Invia"


Privacy *

2 Comments

  • lina
    ottobre 21, 2015 - 20:44 | Permalink

    un privato x venticinquemila euro mi ha mandato la casa all asta sia la mia che quella di mio cognato che aveva firmato le cambiali. oltre ad avermi portato via la pizzeria avviata con una firma a trabocchetto ,in pratica si vuole appropriare di un doppio introito se io pago quello che avanza il creditore anche se non è giusto riesco a salvare la casa? o va venduta lostesso poi una volta pagato il debito se la casa viene venduta all asta la differenza viene resa a noi o va perduta anche quella?

    • Cappa & Associati
      ottobre 22, 2015 - 11:45 | Permalink

      Buongiorno Lina,
      la casa pignorata diventa difficile venderla nel mercato regolare perché le persone, dopo che scoprono che è pignorata, vanno a comprarsela all’asta invece che dare somme più alte a te.

      Quando la casa viene [S]venduta all’asta, la rimanenza viene ridata all’ex proprietario all’udienza di riparto che avviene dopo circa 1 anno / 1 anno e mezzo.

      Certo che se paghi il debito, la procedura si estingue.

      Se hai deciso di venderla, possiamo aiutarti nella procedura in modo da rendere più facile la situazione per te.

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *