Category Archives: Esecuzioni Immobiliari

Esecuzioni Immobiliari

Casa all’asta, ora si può comprare a rate

Modifica Legge

Scopri una delle più grandi novità che ha portato la modifica in materia di esecuzione forzata immobiliare il 23 Giugno scorso, 2015

La modifica ha un fine ben definito.

Far schizzare in alto le vendite presso l’asta immobiliare e alla velocità della luce.

Non sarà un articolo lunghissimo perché voglio rendere semplice la spiegazione di tutte le modifiche che ti interessano.

La cose che mi hanno colpito di più, sono 3:

  • 15 giorni, non più 30, per la nomina del C.T.U.
  • 90 giorni, non più 120, per l’udienza di comparizione
  • il prezzo di vendita può essere rateizzato fino ad massimo di 12 mensilità

Ma andiamo per ordine read more »

Esecuzioni Immobiliari

Il 2012 si chiude molto male

Bye Bye 2012Giusto un piccolo articolo per chiudere l’anno 2012 con delle statistiche sconcertanti.
I numeri che sono stati forniti in relazione ai pignoramenti fatti durante l’anno 2012 mettono i brividi.

Decine di migliaia di persone sono state sfrattate da casa loro dopo che hanno venduto la casa all’asta e molte migliaia ancora sono in attesa che l’immobile venga venduto. Senza calcolare le nuove migliaia di case che sono state messe all’asta.

Equitalia e banche non sono state di certo con le mani in mano, anzi, hanno attaccato tutto e tutti per poter recuperare il dovuto. Si sono abbattute su privati e aziende prendendo tutto quello che c’era da prendere.
Ovvio che a volte la ragione sta dalla loro parte, altre volte invece, non dovrebbero prendere nulla perché i loro conti sono stati gonfiati con interessi non dovuti. Vedi Anatocismo e Usura. Soprattutto laddove esistono mutui con ammortamento alla francese.

Insomma, un anno da dimenticare.

Esecuzioni Immobiliari

Come posso vendere una casa pignorata?

Perché vendere una casa pignorata?

Un esecuzione immobiliare, o pignoramento immobiliare, è un atto emesso da un giudice per poter bloccare la/le proprietà di un debitore.

E’ prassi legale cercare di assicurarsi che il debitore non faccia sparire i pochi beni a disposizione e che possono servire a ripagare il suo debito.

Questa procedura serve per poter immediatamente interrompere qualsiasi azione del debitore per poter bloccare gli immobili a proprio favore.

Mettere l’immobile in un fondo patrimoniale o vincolarlo con qualsia altro stratagemma.

Siamo nel 2017.

Ormai i giudici ne hanno viste di cotte e di crude e non esiste nulla per evitare di potersi tenere l’immobile se non si paga il debito.

Se queste azioni sono inequivocabilmente mirate per poter evitare un pignoramento, per non dover soddisfare volontariamente i creditori, allora il giudice può intervenire ed annullare tutti gli atti che sembrano fasulli.

Bocciano qualsiasi tipo di opposizione infondata rigettando sulle tue spalle tutti i costi della causa.

Devi sapere che, nel caso di una casa pignorata per via di una banca, quest’ultima si è protetta fin dall’inizio con l’ipoteca.

L’ipoteca serve a garantire alla banca una posizione di privilegio in caso di vendita o sottrazione dell’immobile.

Il problema è che se l’ipoteca garantisce una posizione alla banca, non può garantire il rientro integrale dei soldi che devi.

Perché all’asta il prezzo scende fino al 40% del valore reale di mercato.

Quindi se il debito è 100 e all’asta la casa viene venduta per 40, esiste una concreta differenza che deve venire ancora soddisfatta.

A chi è a carico questa differenza?

Sempre al debitore.

Il debito non si estingue solo perché la casa è all’asta.

Non funziona così e chi ti dice il contrario è un buffone.

Il debito rimane, cresce per via degli interessi e in qualche modo il creditore cercherà di recuperare.

La cosa peggiore è che finché esiste il debito, le segnalazioni come cattivo pagatore marchiano il debitore.

Come fa una persona a rientrare di 60 – 70 – 100 mila euro?

Non gli basta una vita intera, per cui è prevedibile capire che le segnalazioni saranno in capo suo fino a che campa.

Serve un’azione importante e intelligente che va contro l’emotività.

Serve una vendita dell’immobile prima che sia venduto all’asta per due euro.

Ma l’immobile l’immobile è bloccato e servono soldi per poter pagare i debiti.

La vendita dell’immobile sarebbe un ottima soluzione per poter ritrovare liquidità… ma l’immobile è bloccato.

Come si risolve questa situazione?

Puoi sfruttare la mia conoscenza e l’esperienza dei miei legali per poter sbloccare la casa pignorata e poterla rivendere sul mercato traendo quindi quella liquidità necessaria al saldo del debito.

Per conoscerci meglio, scarica il report del sistema collaudato Basta Debito qui.

Sono William Cappa della CAPPA & Associati, il professionista dello Spignoramento

Contattaci subito al form qui sotto!