Casa Venduta all’Asta: come e quando devo lasciare l’abitazione?

sfratto-casa-venduta-all-asta

Ti hanno venduto la casa all’asta o non hai una minima idea di cosa ti aspetta dopo che la casa è stata venduta all’asta? Leggi questo articolo per capire come fare o cosa ti aspetta

Non so se sei qui per capire come ti devi comportare dopo che la tua casa è stata venduta all’asta oppure se è già stata venduta e non sai come comportarti.

Mi auguro proprio che tu non faccia parte di quelli che sono dovuti uscire di casa con la forza e non avere un tetto dove andare. Non voglio immaginare la vergogna di un gesto simile.

Faccio finta che sei una persona attenta e che sta cercando una soluzione intelligente al problema del pignoramento.

Cercherò quindi di essere molto chiaro e diretto, parlerò semplice perché è giusto che tu sappia cosa ti aspetta.

Non voglio passare per un qualcuno che ti rincuora perché ti sta facendo del male e non ti dice la verità.
E nemmeno di cercare di venderti quello che vuoi sentirti dire come fanno altri, anche professionisti.

Una volta che sarai costretto ad affrontare la cruda realtà di come stanno le cose, è ancora peggio. Quindi è meglio se ti prepari o, se sei ancora in tempo, evitare.

Preferisci ascoltare il video?

Dopo che è stata battuta l’asta, la procedura esecutiva si conclude con il decreto di trasferimento della casa da parte del giudice dell’esecuzione a favore di chi se l’è aggiudicata.

Questo significa che il giudice trasferisce la proprietà del bene all’aggiudicatario che diventa il nuovo padrone di casa. A tutti gli effetti.

In parole povere, non è più casa tua e devi uscire prima che ci siano delle ripercussioni gravi.

All’interno del decreto di trasferimento viene inserito, dal giudice dell’esecuzione, l’atto di ingiunzione al vecchio proprietario (il debitore esecutato) di liberare immediatamente l’immobile, se ancora lo sta occupando.

Va da se che il giudice dell’esecuzione non specifica che, se in caso di presenza di minori, invalidi, allora la liberazione dell’immobile non deve realizzarsi. Se non lo sai, sei di fronte ad un esproprio e non ad uno sfratto: Art. 513 Codice di Procedura Civile.

L’esproprio funziona diversamente dallo sfratto, con tempi di realizzo immediati. Devi uscire subito!

Chiaro che puoi sempre trovare un accordo con il nuovo proprietario per liberare la casa in un certo periodo di tempo. Se non lo rispetti, sappi che il nuovo proprietario può far intervenire il custode giudiziario e la forza pubblica e metterti in strada. Senza se e senza ma.

Preso e messo in strada senza possibilità di recuperare i tuoi beni personali fino a quando il nuovo proprietario non decide di lasciartelo fare.

Nel caso non vuoi uscire di casa, ti verrà recapitato un atto di precetto per lasciare l’immobile, dove viene specificato un termine di tempo non inferiore ai dieci giorni per uscire di casa.

Se ancora non sei uscito ci sarà un secondo avviso dove viene specificato giorno e ora del rilascio dell’immobile.

Se ancora c’è resistenza, l’ufficiale giudiziario interviene con la forza pubblica che libera con la forza l’immobile  con tutti i mezzi possibili, indipendentemente da chi e quante persone ci sono al suo interno, consegnando definitivamente l’immobile al nuovo proprietario in modo che ne prenda pienamente possesso.

Il debitore che occupa un immobile in presenza di una esplicita richiesta di lasciare l’abitazione comunicata dall’aggiudicatario può avere anche delle conseguenze sotto il profilo penale, perché può essergli contestato il reato di violazione di domicilio: può infatti essere condannato alla pena della reclusione fino a tre anni chi occupa un immobile contro la volontà espressa del proprietario.

Ora ti chiedo: Ma non era meglio vendere casa pignorata, quando potevi senza portare la famiglia attraverso tutti questi disagi?

Il fatto che tu credi di tenerti la casa pignorata non sta né in cielo né in terra e chi ti dice queste cose ti sta solo facendo del male. Ti sta illudendo e non capisco nemmeno perché lo fa.

Decidi di muoverti in tempo prima che sia troppo tardi. Contattaci e vediamo come possiamo aiutarti per evitare ai tuoi figli la vergogna e il disagio dello sfratto perché non capirebbero perché lasciare la casa dove hanno giocato fino a poche ore prima.

Scaricati il mio Report del Sistema Collaudato “Basta Debito al link rosso.

Compila il modulo qui sotto per poter essere richiamato.

*Inserisci il Tuo Nome e la tua email, accetta le condizioni di Privacy e clicca sul bottone "Invia"


Privacy *

70 Comments

  • Emanuele
    dicembre 23, 2014 - 22:14 | Permalink

    Possono mandarmi anche l’esercito italiano, io di casa non me ne vado!!!!!!

    • Cappa & Associati
      dicembre 24, 2014 - 08:21 | Permalink

      Gentile Emanuele,
      mi creda, basta molto meno dell’esercito.

      Capisco il suo attaccamento alla casa ma quando decidono che è ora di liberare l’immobile, mi creda sulla parola, lo liberano.

      Forse le possono venire in contro concedendo un mese o due in più dopo la scadenza, ma poi entrano con la forza.

      Sempre meglio trovare accordi con il nuovo proprietario.

  • Matteo e Anna
    dicembre 24, 2014 - 07:12 | Permalink

    Buongiorno stiamo per perdere casa per 12 mila euro di spese condominiali non pagate. Potete aiutarci? Abbiamo paura, siamo disperati e abbiamo due bimbi piccoli.

    • Cappa & Associati
      dicembre 24, 2014 - 11:29 | Permalink

      Gentili Matteo e Anna,
      contattateci con il form a destra in modo che possiamo scambiare qualche parola a voce.
      Vediamo se riusciamo ad aiutarvi.

  • Elisabetta
    dicembre 24, 2014 - 16:39 | Permalink

    Salve, è arrivato l’ufficiale giudiziario due giorni fa dicendomi che ci arriverà il secondo avviso per dover lasciare la casa.
    Non sappiamo dove andare, ma possono buttarci fuori di casa così?
    Non c’è una legge che ci tutela?
    Abbiamo due bambini piccolissimi, come faremo adesso che è inverno?
    Vi supplichiamo, aiutateci!!!!!!!!!

    • Cappa & Associati
      dicembre 24, 2014 - 17:23 | Permalink

      Buongiorno Elisabetta,
      purtroppo l’ufficiale giudiziario fa quello che il giudice comanda di fare.

      In alcuni comuni è possibile sfrattare le famiglie prima che la casa vada all’asta, oppura dopo alcuni esperimenti di vendita.

      La sua situazione è davvero brutta e non è diversa da tantissime altre.

      Purtroppo non c’è una legge che tutela questo tipo di situazione, anzi c’è, ma tutela il creditore procedente.

      L’unico modo per uscire senza farsi troppo male, è capire l’entità del debito e se, vendendo casa, lo si può estinguere.

      • Elisabetta
        dicembre 26, 2014 - 09:55 | Permalink

        Noi non vogliamo vendere casa!
        Non sappiamo dove andare!

        • Cappa & Associati
          dicembre 27, 2014 - 14:21 | Permalink

          Gentile Elisabetta.

          La casa è già in vendita!
          Se non fate nulla, vi ritroverete peggio di adesso.

          Senza casa e con un debito che vi persegue per sempre.

  • Luca
    dicembre 24, 2014 - 16:50 | Permalink

    Buonasera, premetto che sono diperatao.
    Avevo la possibilità di chiudere con la banca a saldo e stralcio ma pensavo che la casa non veniva venduta all’asta.
    Pochi giorni fa è stata venduta e la cifra non copre il debito.
    A questo punto conviene se pago per chiudere il debito e tenermi la casa.
    Posso chiedere alla banca di rinnovare l’offerta a saldo e stralcio e tenermi la casa?

    • Cappa & Associati
      dicembre 24, 2014 - 18:23 | Permalink

      Gentile Luca,
      mi spiace dirlo ma se la casa è stata venduta non può fare altro che accettare la situazione, anche perché viene tutelata la persona che ha acquistato.

      Doveva accettare di saldare il debito residuo a saldo e stralcio quando ne aveva la possibilità, adesso è inutile.

      Quello che può fare è saldare il debito residuo che si è sicuramente abbassato e uscire di casa.

  • argentina
    luglio 15, 2015 - 14:59 | Permalink

    Buongiorno VCP’, sono una madre que abita da sola con mia figlia memore . Io 8 anni aveva comprato un casa con mio ex compagno e mie figli Maiori ma mi famiglia si a diviso tutti io sono andata a vive con mi figlia piccola al mio posto di lavoro adesso la agencia de le entrate mi invia un letra di pignoramento che io sare perseguita per queste devito y togliendo mi stupendi si io sono sola con mia figlia come mi posso comportare si io non abito li dal 2010 per me si possono portare via tutto quella casa ma voglio sapere più di questa casa mi ex compagno li aveva detto alla banca non mo faccio più pagare ma nessuno le dio reta scusa come mi posso comportare per sono una donna sola straniera

    • Cappa & Associati
      luglio 17, 2015 - 13:07 | Permalink

      Buongiorno Argentina,
      possiamo vedere se possiamo chiudere il debito con la banca vendendo la casa in modo da evitare il pignoramento del quinto dello stipendio.

  • tara
    luglio 21, 2015 - 20:00 | Permalink

    Buonasera anche io purtroppo mi ritrovo con la casa che a breve sarà venduta all’asta ma nn ho capito dalla data della vendita quanto tempo mi rimane per lasciare la casa tipo 10 gg o cosa???

    • Cappa & Associati
      luglio 22, 2015 - 09:10 | Permalink

      Buongiorno Tara,
      perché pensi che la casa verrà venduta tra poco?

  • Claudio B.
    novembre 2, 2015 - 15:44 | Permalink

    Buongiorno a tutti! Sono un ragazzo praticante avvocato. Curando delle pratiche per lo studio legale presso il quale lavoro mi sono imbattuto in un caso simile. Nel caso in questione (tribunale di Treviso, conosciuto forse per la lungaggine dei tempi necessari ad emettere decreto di trasferimento) una famiglia ha perso la propria casa all’asta ,dopo varie peripezie ,false promesse da parte di legali… e ora si trova ad avere anche una denuncia da parte dei nuovi proprietari dell’immobile! Sono stati denunciati per danni morali ed altro poiché, a “causa” della loro cocciutaggine (chiedo perdono per il termine e la poca sensibilità) i nuovi proprietari sembrano aver perso le agevolazioni prima casa e continuano a pagare l’affitto dell’appartamento in cui stanno…con tutte le spese relative e conseguenti. Chiedo a voi tutti, a chi l’ha vissuto personalmente ma anche a chi come me affronta la situazione per motivi di lavoro, tutte queste denunce portano a qualcosa? Se una famiglia ha perso la propria casa all’asta ha soldi per pagare danni ad altri? Presumo di no…L’ufficiale giudiziario è obbligato ad agire? Mi scuso per le domande, non voglio farmi gli affari di nessuno ma mi farebbe piacere sapere le vostre esperienze per farmi un’idea e per capirne qualcosa di questo mondo delle aste ancora sconosciuto e un pò spiacevole!… Un saluto. Claudio B.

    • Cappa & Associati
      novembre 4, 2015 - 19:02 | Permalink

      Buonasera Claudio,
      rispondo in totale distaccamento dalla situazione senza prendere alcuna parte ma spiegando comsa succede.

      Il Tribunale di Treviso, è noto per le infinite tempistiche di rilascio del decreto di trasferimento che finché non arriva, la proprietà resta in mano ai vecchi proprietari.

      Una domanda. Ma se chi ha comprato era in affitto, come ha fatto a perdere le agevolazioni prima casa?

      L’ufficiale giudiziario può intervenire solo dopo che è arrivato il decreto di trasferimento.

  • max
    dicembre 10, 2015 - 17:36 | Permalink

    salve,vorrei sapere se il decreto di trasferimento viene consegnato solo all aggiudicatario o anche all esecutato,inoltre vi chiedo se cè possibilitàche l esecutato possa sapere chi è il nuovo proprietario e il prezzo di aggiudicazione. grazie

    • Cappa & Associati
      dicembre 11, 2015 - 19:11 | Permalink

      Buongiorno Max,
      il decreto di trasferimento serve al nuovo proprietario per ottenere la proprietà a te non serve perché sei quello che lascia. Credo che puoi chiedere una copia ma non mi è mai capitato.

      Al momento della data dell’asta, puoi chiamare il delegato alla vendita, cioè dove si tiene l’asta, e chiedere com’è finita.

      Te lo dicono.

  • Noemk
    gennaio 4, 2016 - 20:18 | Permalink

    Buonasera fra dieci giorni andrò a un asta per una casa, se me l’ha aggiudicò, entro quanto tempo devono andare via i precedenti proprietari? Ci sono anche dei bambini!
    Grazie

    • Cappa & Associati
      gennaio 4, 2016 - 20:26 | Permalink

      Buonasera Noemk,
      anche se non è il sito giusto per porre queste domande, ti rispondo per educazione.

      Mi auguro che la casa che vai a comprare sia almeno la casa in cui vai a vivere e che comunque, il gesto di comprare all’asta, chiuda i debiti dei vecchi proprietari.

      Detto questo, normalmente, nel giro di 90 giorni si ottiene la liberazione dell’immobile se si fa pressione sul CTU. Anche se ci sono dei bambini.

      Che tribunale è?

  • Daniela
    gennaio 14, 2016 - 22:41 | Permalink

    Buona sera,
    la casa dei miei genitori è stata venduta all’asta il 14/12/2015, ci hanno comunicato che entro 40 giorni chi l’ha comprata deve saldare. I miei sono separati, solo mia mamma ha la residenza in casa e non ha alcun reddito.
    Non lavora e mio papà non le da alcun mantenimento, nonostante il giudice abbia disposto 500 Euro mensili.
    Il 24/01 scadono i 40 giorni e vorrei sapere quando mia mamma dovrà liberare l’immobile e soprattutto se è costretta a farlo non avendo alcun reddito e di conseguenza nessuna possibilità di trovare altra sistemazione, tipo una casa in affitto.La ringrazio anticipatamente per una sua risposta.

    • Cappa & Associati
      gennaio 19, 2016 - 10:31 | Permalink

      Buongiorno Daniela,
      purtroppo la situaziome di sua mamma non è un elemento valido per non sgomberare l’immobile.

      Consiglio dinfarlo volontariamente prima che facciano intervenire la forza pubblica.

      Mi racconta la sua storia in modo che rimanga come testimonianzq per altri nelle sue condizioni?

      Quali promesse aveva ricevuto da avvocati, se li ha interpellati.
      Come si sente attualmente.
      C’è qualcosamche le avevanomdetto e che si rivelato sbagliato?

  • funghettorosso
    gennaio 29, 2016 - 01:18 | Permalink

    Buongiorno,
    la mia casa è stata venduta all’asta il 19 gennaio..non me l’aspettavo.
    MI ha telefonato il custode, dicendomi che 30 giorni di tempo per lo sgombero. Poi forse per il trasferimento di proprietà ci vorrà di piu’, per cui posso sperare (ci conto, non sapendo dove andare) per un tempo di due tre mesi.
    Secondo voi è possibile che ci sia un accordo con i nuovi proprietari, per i due tre mesi?
    Nel caso sia “avanzato qualcosa” il Tribunale me lo comunica?

    • Cappa & Associati
      gennaio 29, 2016 - 15:34 | Permalink

      Gentile funghettorosso (usate il vostro nome, non è richiesto il cognome)
      può cercare di trovare un accordo con i nuovi proprietari.

      Devi telefonare al delegato alla vendita per capire a quanto è stata venduta la tua casa all’asta. Se rimane qualcosa devi presentarti all’udienza di riparto.

  • Mario
    febbraio 10, 2016 - 11:10 | Permalink

    Salve il mio immobile è all’asta … Nonostante non è stato venduto il giudice ha chiesto la liberazione dell’immobile stesso… Io ho 3 figli capisco che devo lasciare casa quando è venduta ma perché devono sfrattarmi lo stesso??? Potrei parlare con l’ufficiale giudiziario che verrà il 18 febbraio per la liberazione di darmi altro tempo? Visto che l’immobile non è venduto?

    • Cappa & Associati
      febbraio 10, 2016 - 18:53 | Permalink

      Buongiorno Mario,
      purtroppo alcuni tribunali liberano l’immobile per cercare di venderlo più velocemente.

      Ora, a parte uscire e sostenere tutte le spese di trasloco, trovare una nuova casa che capisco non è facile.

      Perché non ci parliamo e vediamo cosa possiamo fare?

  • barbara
    febbraio 12, 2016 - 18:43 | Permalink

    Buonasera , la mia casa verra’ venduta all’asta il 18 aprile , non so se la prima vendita andra” deserta o meno ma resta il fatto che io me ne devo andare. Posso portarmi via le porte interne che mi tornano utile nel posto dove andro’ a stare oppure potrei incappare in qualche situazione spiacevole?

    • Cappa & Associati
      febbraio 15, 2016 - 12:00 | Permalink

      Gentile Barbara,
      perché non vediamo se possiamo vendere la casa per evitare di rimanere con dei debiti?

      Poi salva le porte interne e se le prende con comodo.

  • Aurora
    febbraio 17, 2016 - 03:28 | Permalink

    Salve, io sono sola con un figlio di 5anni mezzo, sono monoreddito ho comprato casa nel gennaio 2008 di cui nn avevo ai tempi il figlio, ora sono quasi 3mesi e un quarto di mese che nn riesco pagare più una rata di quasi 700 euro che ai tempi avevo fatto un mutuo fisso di 30anni euro110000 al 100% . Avevo rinegoziato già dopo 2anni e poi fatto varie sospensioni rate. Ora mi mancherebbero di saldare un debito di euro100987 e l’immobile ad oggi xró ne vale euro65000. Ho provato di vedere se me lo rinegoziano ma nulla di fatto xché l’immobile è inferiore rispetto al debito residuo. Io ora ho cmq in corso dei finanziamenti che uno mi scade nel 2019, e una cessione del quinto che mi scade nel 2023. Vorrei domandarle a cosa vado incontro e quanta tempistica ho xandarmene nel caso? Tenendo presente che ho un figlio minore di 5anni mezzo in casa che vive con me. La mia attuale banca è la BNL DI BUSTO ARSIZIO. io sono un ex UCB BANCA come mutuo stipulato. Se mi può cortesemente dare una risposta al riguardo.grazie.

    • Cappa & Associati
      febbraio 17, 2016 - 13:00 | Permalink

      Buongiorno Aurora,
      purtroppo se non si paga il mutuo la casa viene pignorata.
      la legge è chiara e dice che anche se ci sono minori, la procedura non si ferma e la casa verrà venduta all’asta.

      Cerchi di vendere l’immobile e trattare con la banca per chiudere il debito altrimenti si corrono conseguenze peggiori.

      Provi a mandarci una email e vediamo cosa fare.

      • Aurora
        febbraio 17, 2016 - 18:11 | Permalink

        Salve le ho inviato una email xcome mi ha richiesto attendo di avere una risposta xemail le ho allegato parte dei miei debiti di modo che ha un quadro su potermi dare una risposta. Grazie. Salve.

  • Anna
    febbraio 19, 2016 - 17:21 | Permalink

    Salve, la nostra casa e stata venduta all’asta 17 dicembre ma finora non abbiamo ricevuto il decreto o qualche documento ufficiale. Non capisco quanto tempo abbiamo. Possiamo stare tranquilli fino a quando arriverà quest decreto?Grazie

    • Cappa & Associati
      febbraio 22, 2016 - 16:06 | Permalink

      Buongiorno Anna,
      dipende da che tribunale. Alcuni tribunali ci mettono qualche mese ma vi consiglio di muovervi a cercare una sistemazione perché appena arriva, non avrete molto tempo.

  • yassmine
    marzo 8, 2016 - 17:05 | Permalink

    Buongiorno,
    Oggi è arrivata a casa nostra un foglio, in cui l avvocatessa di colui che ha comprato a casa diceva: “entro il termine di 10 giorni dalla notifica del presente atto deve avvenire il rilascio dell’unità immobiliare con avvertimento che in difetto si procederà all’esecuzione forzata ai sensi della legge.”
    Potrebbe spiegarmelo in modo più semplici
    Per piacere potrebbe rispondere il piú presto!!
    Grazie mille

    • Cappa & Associati
      marzo 8, 2016 - 17:33 | Permalink

      Buongiorno Yassmine,
      significa che se non lasciate la casa con le buone, vengono con la forza pubblica e vi sbattono fuori con la forza.

      Scusi se sono diretto ma lei ha chiesto chiarezza.

  • Katia
    marzo 13, 2016 - 19:47 | Permalink

    Salve, martedi 15/03/2016 verra’ il CTU a fare il sopralluogo all’abitazione, poi cosa accadra’ e in quali tempistiche? Inoltre i miei genitori hanno fatgo da garanti e anche il loro appartamento verra’ visionato, l’appartamento copre il debito che ho, devo per forza fargli visionare anche quello dei miei? Quando saremmo costretti a lasciare casa?
    Grazie
    Katy

    • Cappa & Associati
      marzo 16, 2016 - 06:05 | Permalink

      Buongiorno Katia,
      non è detto che il tuo appartamento copre il debito perché dipende dall’asta e se non lo sai le case vengono svendute a basso prezzo.

      L’appartamento dei tuoi genitori va all’asta comunque perché il creditore ha maggiore possibilità di recuperare il suo credito.

      Purtroppo sono situazioni complicate e difficili da gestire soprattutto quando vengono coinvolti i genitori che per un favore rischiano di perdere la casa.

      Possiamo valutare insieme di vendere il tuo immobile e vedere di chiudere i debiti salvando la casa ai tuoi genitori ed evitargli questo brutto colpo.

    • Cappa & Associati
      marzo 16, 2016 - 06:07 | Permalink

      Ti ho inviato una email con dei materiali e molti consigli.
      Controlla che non sia in spam.

  • Daniel
    marzo 17, 2016 - 20:06 | Permalink

    Ciao la mia casa è stata all’asta fino 2giorni fa su tribunale di Bergamo adesso non c’è più,come posò sapere se la casa è stata venduta,e si è stata venduta quanto tempo ci serve per arrivare un avviso di elaborare la casa? Grazzie

    • Cappa & Associati
      marzo 25, 2016 - 05:01 | Permalink

      Buongiorno Daniel,
      ci sono diversi motivi.

      Può essere che la casa è stata venduta ma dovresti chiamare il custode giudiziario per capire.
      La seconda ipotesi è che l’asta è andata deserta e si aspetta una nuova pubblicazione.

  • Jessica zen
    maggio 2, 2016 - 20:30 | Permalink

    Buona sera
    Io ho saputo solo in via ufficiosa dal mio custode che la mia casa è stata venduta all’asta ma non ho ancora ricevuto alcuna comunicazione dal tribunale ma ho già trovato un appartamento dove trasferirmi senza dover incorrere in azioni vergognose davanti ai miei figli.
    Volevo ulteriore conferma di quanto ho già letto ….quindi non appena mi arriverà il decreto dovrò immediatamente liberare l’immobile ? Non mi danno neanche il tempo x il trasloco? Chi ha acquistato è irragionevole ….xciò non posso certo accordarci con loro ….c’è un modo x riuscire a rimanere x terminare il trasloco senza che intervengano i carabinieri?

    Grazie infinite della tua competenza ….

    • Cappa & Associati
      maggio 3, 2016 - 10:51 | Permalink

      Buongiorno Jessica,
      mi spiace sentire questo.

      Normalmente viene concesso un periodo di 60/90 giorni per traslocare.
      Sta tutto nella buona comunicazione tra te e chi ha comprato.

      PS
      Mi auguro solo che il prezzo di vendita abbia coperto il debito e non ne sia rimasto.

  • eleonora
    giugno 15, 2016 - 18:10 | Permalink

    chiederei se avete notizie sulle tempistiche del decreto di trasferimento per una casa comprata all’asta del tribunale di Modena… generalmente quali sono i tempi di sgombro?

    • Cappa & Associati
      giugno 16, 2016 - 09:09 | Permalink

      Buongiorno Eleonora,
      normalmente non si va oltre i 3 mesi.

      Se si resiste faranno intervenire la forza pubblica.

  • Ara
    luglio 6, 2016 - 13:01 | Permalink

    Vivo con mia madre… mio padre è tornato, il quale è il titolare della casa, nel nostro paese lasciandoci in questa situazione disperata. L’asta avverrà il 15 luglio al tribunale di Milano, probabilmente verrà comprato dal proprietario di un hotel di fianco all’abitazione… mia madre sta già cercando una casa in affitto ma è difficile, visti i costi mensili. Volevo sapere, dopo che la casa verrà aggiudicata da chiunque esso sia, quanto tempo abbiamo per lasciare la casa? Non vogliamo arrivare alle forze dell’ordine, ma prima di arrivare a questa situazione, c’è un tempo stimato? Le nostre intenzioni non sono occupare la casa ma vorremmo solo avere un po’ di tempo per trovare una nuova sistemazione, dato che non è facile… grazie

    • Cappa & Associati
      luglio 11, 2016 - 12:27 | Permalink

      Buongiorno Ara,
      normalmente si possono avere anche 3 mesi di tempo.

      Basta mettersi d’accordo con il nuovo proprietario.

  • Patrizia
    luglio 11, 2016 - 22:18 | Permalink

    Buonasera
    Sono disperata il 25 ottobre parte l’asta della mia casa, che ho in comunione con mio ex marito.
    Avevo trovato l’acquirente ma purtroppo il mio ex non vuole firmare dal Notaio.
    Non siamo riusciti a convincerlo neanche tramite avvocati.
    Io ho l’assegnazione della casa perché ho un figlio a carico.
    Vi chiedo si può bloccare l’Asta, e se possibilità che qualcuno, firmi al posto dell’ex marito?
    Grazie

    • Cappa & Associati
      luglio 26, 2016 - 13:41 | Permalink

      Buongiorno Patrizia,
      purtroppo se l’altra parte non vuole firmare c’è poco da fare.
      Vero è che se c’è un’assegnazione, difficilmente la compreranno all’asta.

  • alec
    luglio 14, 2016 - 15:32 | Permalink

    ciao sono alessandro da taranto il 21 mi vengono a fare le foto per mettere la casa all asta quanto tempo ho ancora prina di uscire …risp vi prego

    • Cappa & Associati
      luglio 26, 2016 - 13:30 | Permalink

      Buongiorno Alessandro,
      dipende quando verrà venduta la casa all’asta. normalmente nell’arco di un anno e mezzo.

      Non sarebbe meglio venderla e cercare di chiudere i debiti?

  • Alberto Raimondo
    luglio 20, 2016 - 02:22 | Permalink

    Salve sono un disabile con casa uso frutto lasciata dai miei genitori. Mi è stata venduta all’asta e adesso mi è arrivato il decreto per lasciare l’abitazione e non so se devo fare prove tecniche di suicidio, mi potete aiutare visto che gli amici sono scomparsi come se avessi non so che. Grazie mille

    • Cappa & Associati
      luglio 26, 2016 - 13:20 | Permalink

      Buongiorno Alberto,
      com’è possibile che devi lasciare casa se hai l’usufrutto?

      Chi era il proprietario del debito?

      Detta così è troppo ridotta e non si capisce.

  • Cathy
    luglio 28, 2016 - 00:57 | Permalink

    Salve la nostra casa e stato venduto al asta ..
    Gia venduto subito… Valuta prima 48 milla euro qualcosa…hanno tolto altro spesa condominiale non pagata.. Etc… La casa alla fine vale 36 milla euro.. Subito gia venduto a 35 milla euro.. Il debito e chiuso???
    Questa nuovo propretario venuta a casa dice ce lui quella comprato la nostra casa.. Lui dice se noi vai via entro 15 settembre ti li do soldi 1000 per aiuto trovare altra casa.. Ma il guidice non ancora comunicato o arrivato la lettera quando dobbiamo andare via… Ho 2 figli minore cosa devo fare… Posso chiedire a comune una casa popolare non so dove vai… Questa tizio continua chiamare e dice non aspettare la
    Lettera del tribunale poi andare via anche 15 giorni e ti offro 1000 euro se vai entro 15 settembre cosa devo fare per favore

    • Cappa & Associati
      agosto 18, 2016 - 14:20 | Permalink

      Buongiorno Cathy,
      purtroppo se la casa è stata venduta, non c’è nulla da fare.
      Bisogna aspettare il decreto di trasferimento ma la cosa intelligente è accettare quei soldi per aiutarvi nel trasloco e poi uscire.

      Altrimenti perdete anche quell’opportunità.

      Se il debito iniziale era maggiore dei 35 mila, si il debito rimane.

  • antonio
    ottobre 31, 2016 - 14:27 | Permalink

    salve per cortesia vorrei chiedere ho un prestito con una finanziaria che non riuscendo più a pagare per la crisi mi vogliono mettere all asta la casa che pago con un mutuo.la mia banca mi ha contattato dicendo che loro prima che lo faccia la finanziaria la metteranno loro all asta. il debito della finanziaria è circa 25000 e della banca circa 100000. se la casa viene venduta a meno , quasi sicuramente, cosa andrò in contro. grazie

    • CAPPA e Associati
      novembre 21, 2016 - 12:10 | Permalink

      Buongiorno Antonio,
      purtroppo come dico sempre, la casa può finire all’asta anche quando si è regolari con il mutuo.

      Le conseguenze sono che, o estingue tutto il debito oppure dopo che avranno svenduto la casa all’asta, oltre a rimanere senza l’immobile rimarranno ancora dei debiti e i creditori cercheranno di riprenderseli attaccando altro.

      Se vuole, ci contatti per chiarire il tutto.

  • Cross
    novembre 10, 2016 - 19:50 | Permalink

    Buonasera. Vorrei in informazione.
    Oggi mi è arrivata una lettera da parte dell’ufficiale giudiziario. Ho la seconda asta il 24 novembre , com’e possibile che nonostante nessuno si sia ancora preso la casa,mi è arrivato un avviso in cui devo lasciare la casa entro 10 giorni ?

    • CAPPA e Associati
      novembre 21, 2016 - 12:04 | Permalink

      Gentile Cross,
      alcuni tribunali in Italia liberano gli immobili PRIMA di vendere la casa all’asta.

      Mi spiace. Diventa difficile dover abbandonare l’immobile in così poco tempo. Lo capisco.

  • ALESSANDRO
    novembre 24, 2016 - 12:52 | Permalink

    Salve, ho una situazione un po’ ambigua mi trovo in un appartamento dopo ho versato un anticipo di 40000 euro circa la ditta e’ fallita io ci risiedo l’immobile e’ stato periziato e tramite legale e sotto consiglio del curatore abbiamo fatto un offerta complessiva di 70000 euro nulla a pretendere da entrambi le parti. preciso che l’immobile e’ stato periziato 133000 euro e l’accordo iniziale con la ditta ormai fallita fu’ 140000 euro ma’ ci sono molte mancanze che sicuramente non portano alla cifra spropositata di 133000 euro.Quindi la mia domanda e’ possono non accettare l’offerta e cacciarmi comunque dopo i ripetuti tentativi di chiudere la questione visto la somma versata e la somma che voglio versare per completare l’operazione?
    Possono accordarmi un prezzo prima della messa in asta dell’appartamento?grazie mille

    • CAPPA e Associati
      novembre 24, 2016 - 16:16 | Permalink

      Buongiorno Alessandro,
      se hai i 70mila in mano vai all’asta.

      La proposta a prendere quei soldi la puoi sempre fare ma c’è un fallimento di mezzo.

  • Michele
    dicembre 28, 2016 - 13:55 | Permalink

    Buongiorno,
    i miei genitori entrambi ultraottantenni, in qualità di acquirenti (dopo aver versato 40 milioni delle vecchie lire) vivono in un’abitazione che a seguito del fallimento della ditta costruttrice, verrà messa all’asta, nel frattempo il giudice ha chiesto di pagare un affitto simbolico fino alla vendita degli stessi. Poiché i miei genitori non sono più in grado di acquistare l’immobile, in questi casi è possibile quantificare il tempo che può trascorrere fino allo sfratto in caso di vendita? Grazie

    • CAPPA e Associati
      gennaio 10, 2017 - 14:12 | Permalink

      Buongiorno Michele,
      di norma passa un anno e mezzo.

      Poi dipende da vari fattori di mercato.

  • Maurizio
    gennaio 18, 2017 - 19:47 | Permalink

    Buongiorno,
    la mia casa è stata venduta all’asta (tribunale di Milano). Gli aggiudicatari possono bloccare le utenze (luce, acqua, riscaldamento) mentre io vivo ancora nell’immobile?

    • CAPPA e Associati
      gennaio 23, 2017 - 12:38 | Permalink

      Buongiorno Maurizio,
      presto riceverà l’atto di trasferimento dove le indica che la casa è di un’altra persona.

      Conviene mettersi d’accordo per uscire altrimenti si rischia il peggio.

  • Antonella
    gennaio 30, 2017 - 14:50 | Permalink

    Grazie molto chiaro , ma la mia situazione e molto diversa ed eccezionale , non è un semplice sfatto ,non si può spiegare in poche righe.

  • Tiziana
    gennaio 30, 2017 - 19:08 | Permalink

    Separata legalmente,disoccupata,con figlio minore a carico,assegnataria della casa coniugale di proprietà al 50%con il mio ex marito,stipulato nel 2006,ho fatto trascrivere la sentenza alla conservatoria,lui non paga più il mutuo da due anni e oggi è arrivato il precetto da parte del legale della banca, adesso cosa succederà?Il giudice per la messa all’asta terrà conto della mia situazione ,visto che ho fatto anche trascrivere la sentenza ? È vero che ho il diritto di rimanere per nove anni?Quanto tempo passerà prima di dover lasciare l’immobile?

    • CAPPA e Associati
      febbraio 2, 2017 - 12:36 | Permalink

      Buongiorno Tiziana,
      parlare attraverso un commento diviene difficile perché mancano delle parti.

      Quanti anni ha il figlio adesso?

  • Simona
    aprile 14, 2017 - 07:57 | Permalink

    Salve la mia casa è stata venduta all’asta il 6/02/2017 gli aggiudicatari provvederanno a breve al pagamento del credito residuo. Quanto tempo passa al tribunale di Roma per il decreto definitivo?Sono sola con due figlie minorenni e cercando casa ne ho trovata una che nn sarà libera prima di agosto. Avrò tempo per il trasloco senza dover far subire scene vergognose alle mie figlie? Vorrei far tutto nel modo più tranquillo e indolore per loro. Grazie a chi risponderà!

    • CAPPA e Associati
      aprile 19, 2017 - 11:34 | Permalink

      Buongiorno Simona,
      non posso dirti come si comportano gli aggiudicatari perché non c’è uno standard.

      Ogni persona si comporta in modo diverso.

      Gli aggiudicatari NON pagano il credito residuo, ma saldano il prezzo d’acquisto.

      Se il tuo debito è maggiore dell’importo d’acquisto in asta, il debito rimanente ti rimane. Non si salda in automatico.

      Se invece il debito è minore, allora si chiede tutto.

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *